Serge Belloni "Le peintre de Paris" - Il Moulin de la Galette circa 1961 olio su tela

3.500
XX secolo
Altri stili
CONSEGNA
Da: 93400, Saint-Ouen, Francia

Cambia il tuo indirizzo per ottenere una stima accurata dei costi di spedizione.

    Oggetto in vendita presso

    Guarda la galleria
    Questa descrizione è stata tradotta. Clicca qui per vedere l'originale

    Serge Belloni "Le peintre de Paris" - Il Moulin de la Galette circa 1961 olio su tela

    Serge Belloni, soprannominato Le Peintre de Paris, ha dedicato la sua vita di pittore a trascrivere il volto di Parigi giorno dopo giorno, con ogni tempo.

    Questo bellissimo dipinto ci mostra il Moulin de la Galette o il Moulin Blute-Fin. Serge Belloni amava particolarmente l'autunno e l'inizio dell'inverno, quando gli alberi si spogliavano delle foglie, permettendogli di ritrarre l'architettura e l'anima della bella Parigi.

    Il nostro quadro è stato esposto al Musée Carnavalet, con tanto di timbro sul retro della tela, ed è simile a quello esposto con il numero 9 durante la mostra Hommage à Paris al Musée Carnavalet dall'11 febbraio al 13 aprile 1986, nonché a quello presentato come Hommage à Roland Dorgelès a pagina 17 del catalogo della mostra collettiva alla Galerie des Orfèvres e al Musée Galliera nel 1973.

    Superbo olio su tela firmato in basso a destra Serge Belloni e datato 1961.

    Dimensioni senza cornice: altezza 73 cm - lunghezza 60 cm.
    Dimensioni con cornice : Altezza 92 cm - Lunghezza 79 cm.

    In ottimo stato di conservazione, presentiamo questo dipinto nel suo stato originale, servito dalla sua bella cornice originale in legno patinato.

    Biografia :

    Serge Belloni, noto come Le Peintre de Paris, era figlio del tappezziere Luigi Belloni e di Elvira Belloni, nata Molinari. Arriva a Parigi nel 1933, dove studia pittura all'Ecole supérieure des Beaux-Arts de Paris. Inizia a esporre le sue opere nel 1946.

    Primo premio di pittura a Versailles (1949), Prix Marie Bashkirtseff (1952), Medaglia d'argento della città di Parigi, Medaglia Vermeil della città di Parigi (1980).

    Musei :

    Museo Carnavalet di Parigi, dove sono conservate molte di queste opere.
    Museo CA' Pesaro di Venezia.

    Serge Belloni nasce a Piacenza il 25 febbraio 1925; fin dall'infanzia vive a Parigi, nel Faubourg Saint-Antoine, dove i suoi genitori hanno vissuto per molti anni. Il padre, artigiano, lavorava come tappezziere e decoratore.

    Serge Belloni dovette lavorare part-time per pagarsi gli studi all'Ecole des Beaux-Arts; furono anni difficili che lasciarono il segno. In questo periodo stringe amicizia con Lucien Moretti e Gérard Blondel.

    Serge Belloni espone le sue opere molto presto, seguendo fin dall'inizio un percorso solitario, lontano dai gruppi di genere.

    Organizzò la sua prima mostra a Parigi all'età di dieci anni. Da quel momento in poi ha vissuto unicamente, e senza compromessi, della sua pittura, portando ogni giorno, come ama dire, la sua croce. Qualunque sia il tempo, dipinge "sur le motif". Numerosi viaggi in Olanda gli permettono di studiare da vicino i segreti dei maestri fiamminghi. Lavora alla riscoperta di tecniche antiche che continuerà a perfezionare. Utilizza la tecnica della pittura a uovo.

    Serge Belloni lavora ogni giorno, in ogni stagione, senza mai fermarsi, come se la vita gli sfuggisse in ogni momento. I suoi quadri si trovano nelle più importanti collezioni: Parigi, Milano, Mosca, New York...

    Serge Belloni è morto a Mentone il 28 ottobre 2005.

    Roland Dorgelès
    (1885-1973)
    Scrittore - Membro dell'Académie Goncourt

    Non conosce Serge Belloni? No, non lo conoscete? Beh, dovreste.
    È uno degli artisti più puri che abbia mai incontrato. Un pittore di grande lignaggio che ha il respiro dei maestri e anche la loro conoscenza.
    In un'epoca di disordine in cui l'ultimo dei dilettanti sostiene di non dovere nulla a nessuno e di trarre tutto da se stesso, lui non ha paura di affermare il suo rispetto per gli anziani e il suo desiderio di continuare il loro lavoro. Eppure non si ispira a nessuno, non imita nessuno. Tutto ciò che ha conservato dai suoi predecessori è una tecnica prodigiosa. Anche questo lo distingue da certi buffoni che si atteggiano a maestri senza aver imparato nulla. Conosce a fondo il suo mestiere di pittore. Questo gli permette di liberarsi dalle regole e di produrre un'opera senza prendere in prestito. Non deve a nessuno il suo stile, lo ha creato lui stesso. Non rilascia interviste, non lancia manifesti e non fa acrobazie in televisione: esprime ciò che vuole dire con i suoi pennelli.
    Non è solo per affermare i miei sentimenti che li presento con questa fiamma, ma anche per obbedire all'ultimo desiderio di un poeta che aveva il diritto di proclamarsi amico dei pittori: Francesco Carco. Questo compagno della mia giovinezza è stato un grande scopritore di talenti. Ha fatto luce sugli esordi di Utrillo, Modigliani e altri; a lui sarebbe spettato l'onore di presentare Belloni. Il loro primo incontro sembra essere stato provocato dal destino. Un pomeriggio, mentre Francesco portava a spasso il suo cane lungo le rive mal pavimentate dell'Île Saint-Louis, notò un uomo alto e bello che stava al suo cavalletto in fondo al Quai Bourbon.

    Ref: FB4KREDP5D

    Stato Ottimo
    Stile Altri stili (Dipinti di Paesaggi Stile Altri stili)
    Epoca XX secolo (Dipinti di Paesaggi Epoca XX secolo)
    Paese di origine France
    Artista Serge Belloni (1925-2005)
    lunghezza (cm) 60
    Altezza (cm) 73
    Materiali Huile sur toile, Bois doré
    Tempi di spedizione Pronto per la spedizione in 2-3 giorni lavorativi
    Localizzazione 93400, Saint-Ouen, Francia
    Garanzia Antikeo per l'acquirente

    Il nostro impegni per acquistare in totale sicurezza

    Questo sito utilizza i cookie. Continuando la navigazione sul sito, si accetta il loro utilizzo.